Comisión Europea

Financiación del proyecto

Consumer Classroom es un portal de Internet financiado por la UE para profesores pertenecientes a la Unión Europea que les proporciona recursos para facilitar la educación del consumidor. Seguir leyendo

Direcciones Generales (DG)

DG Justicia y Consumidores
DG de Educación y Cultura
DG de Investigación e Innovación
Redes de Comunicación, Contenido y Tecnologías

Comisión Europea
Más informaciónCerrar


Walko Vado a vivere da solo

0 comentarios
Progetto
Walko Vado a Vivere da Solo è un progetto di sensibilizzazione rivolto ai giovani sui temi della responsabilità, dello spirito di iniziativa, dell’indipendenza e della sostenibilità delle scelte economiche, sociali e civiche con particolare attenzione alla qualità della vita, intesa come consapevolezza dell’importanza dell’ambiente, della cultura, dello sport, dell’amicizia e della solidarietà. La sua collocazione ideale è all’interno di un percorso formativo scolastico.
 
Strumenti
Il progetto si avvale di un gioco da tavolo appositamente creato al fine di permettere un percorso ludico-formativo. Questo strumento è infatti in grado di attirare, divertire e trattenere un pubblico giovane per il tempo necessario alla riflessione. Inoltre ha il vantaggio di riunire fisicamente le persone, di farle interagire, di stimolare il confronto e le dinamiche collaborative/competitive.
 
Modalità operative
Il modulo ludico-formativo si sviluppa con una parte dedicata all’introduzione delle finalità e delle dinamiche del gioco, una parte ludica e una parte di restituzione finale. 
 
Contenuti
Le scelte, le decisioni proposte all’interno del gioco hanno un risvolto economico, quantificabile in denaro (Wallar) e uno in termini di qualità della vita, anch’essa accumulabile e quantificabile attraverso i punti Walko. Questo serve a far interiorizzare ai giovani questo concetto immateriale ma di fondamentale importanza per la sostenibilità.
 
I protagonisti del gioco sono otto personaggi, 4 femmine e 4 maschi, diversi per carattere e nazionalità. Questa scelta è stata fatta al fine di favorire un approccio d’integrazione sociale e un processo di identificazione ed empatia.
 
Il tabellone riunisce in sé gli elementi spazio-temporali. Lo spazio è quello di una città integrata nella natura, in cui accanto agli edifici ci sono gli alberi e corsi d’acqua, rigorosamente azzurri e puliti. Il tempo è quello delle settimane, dei mesi, delle stagioni, dell’anno “fuori casa”. Questa scansione temporale serve a sensibilizzare il giocatore sulla necessità di “far quadrare il bilancio” a fine mese,  passando il messaggio che vivere fuori casa significa superare passo a passo le difficoltà, beneficiando delle diverse opportunità e costruendo giorno dopo giorno la propria indipendenza.
 
I cardini del gioco sono due: il lavoro e la casa.
Il lavoro serve per poter vivere fuori casa, per pagare l’affitto, per affrontare le sfide e le necessità, ma anche per permettersi una buona qualità della vita.
Il gioco affronta anche il problema della precarietà, della possibilità di perdere improvvisamente il posto di lavoro, di trovarsi senza stipendio o con lo stipendio dimezzato.
Per superare queste situazioni il giocatore può decidere di investire fin da subito in formazione, facendo una scelta che gli permette di ricollocarsi più facilmente oppure può accettare dei lavori temporanei, in attesa di trovare un impiego più stabile o ancora può superare il periodo avverso grazie alla solidarietà degli altri giocatori.
Anche nella scelta della casa il giocatore deve fare i conti con le proprie entrate ma anche con l’opportunità di dividere l’affitto con altri giocatori attivando delle dinamiche collaborative. 
 
Attraverso le carte i giocatori si confrontano con la vita fuori casa, con le decisioni da prendere, le difficoltà da superare, le opportunità offerte, i bonus da conservare. Lo scopo è quello di divertire e al contempo stimolare la riflessione sui valori proposti.
 
Scarica il gioco qui !
Liliana Moretti 0
expert
 Giornalista professionista dal 2002.  Giornalista pubblicista dal 1996.  Laurea a pieni voti in Economia e Commercio, con indirizzo marketing internazionale presso l’Università Luigi Bocconi di Milano. Titolo della tesi: “Evoluzione verso l’impresa olonico-virtuale nel settore tessile/abbigliamento”.  Qualifica di Promotore di innovazione tecnologica per le PMI della Camera di Commercio di Milano.  Master in Fashion/Design Direction presso la Domus Academy di Milano.  Lingue conosciute: Inglese fluente, francese, tedesco e spagnolo.
VOLVER ARRIBA
Información
We are sorry but we cannot execute your request. The page was not found.
We are sorry but at this moment you don't have access to execute the request ?
We are sorry but i cannot execute your request. A internal server error occurred
Comment Report
¿Necesita ayuda? Consulte nuestrasección de ayuda