Európai Bizottság

A projekt finanszírozása

A Consumer Classroom egy EU által finanszírozott portál a tanárok számára az EU-ban, amely felvértezi őket aBővebben

Főigazgatóságok

Egészségügy és Fogyasztóvédelem Főigazgatóság
Oktatás és Kultúra Főigazgatóság
Kutatás és Innováció Főigazgatóság
Tartalmak, Technológiák és Kommunikációs Hálózatok Főigazgatóság

Európai Bizottság
BővebbenBezár


COME TORNARE A PARLARE DI UNIONE EUROPEA A SCUOLA

0 megjegyzések

Oggi più che mai il bisogno di tornare a parlare dell’Unione Europea al fine di diffondere una maggiore consapevolezza sulla nostra cittadinanza emerge con forza e non si può non pensare di partire dal mondo educativo. E’ da evidenziare che molto spesso i migliori modelli pedagogici derivano proprio da progetti europei poco visibili ed è naturale un orientamento verso i migliori percorsi formativi ma ignorandone del tutto la fonte. Un altro gap deriva dalla limitata diffusione di pubblicazioni prodotte destinate alle scuole, con la conseguente penuria di conoscenze in merito al processo di integrazione europea e dei padri fondatori. Tra tutti i testi adottati a scuola quali approfondiscono effettivamente il tema dell’Europa? La conoscenza è un percorso che è rafforzato grazie ai network europei di informazione territoriali o da associazioni tematiche che si prodigano di diffondere brochure informative e seminari.

Nel quadro dell’acquisizione della competenza sociale e civica, competenza chiave fondamentale da acquisire per la vita adulta, come tradurre concetti complessi come la dimensione europea, il senso di comunità, il rispetto, la tolleranza, l’intercultura? Come aumentare la consapevolezza nelle nuove generazioni che molti valori civici appartengono alla storia del progetto europeo? Quando si affronta il tema dei principi democratici, come trasferire i valori dell’UE nell’educazione alla cittadinanza e in percorsi di sviluppo delle competenze civiche?

Pratiche maggiormente consolidate nel quadro delle scuole secondarie (guidi civiche giovanili, ambasciatori del fair play) potrebbero far pensare che è necessario rafforzare proposte pedagogiche già dai primi livelli di istruzione, ovvero per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria.

Cosa può aiutare i più piccoli a comprendere i valori fondamentali per il vivere civile? Per la prima infanzia non si può prescindere dalla condivisione tramite il gioco, dalle fiabe che possano stimolare l’immaginazione e alla presenza di un personaggio “ponte” che li possa aiutare a sviluppare una piccola comunità in cui ci si senta bene con se stessi e nel rapporto con gli altri e si rispettino le identità di tutti. Per la primaria iniziare con percorsi un po’ più complessi che dalle conoscenze legate alla storia dell’Europa, possano già portare i bambini a sviluppare pensiero critico, abilità analitiche e partecipazione attiva.

Laura Brazzarola 0
expert
Casa Europa is born thanks to the collaborative work between two experts in EU funds, project design and coordination of European Project proposal in the frame of Erasmus+, Horizon 2020 and Transnational and Cross-border Cooperation Programme. La Dottoressa Laura Brazzarola graduated in Political Science – course of international Studies at Padua University, she obtained a “Leonardo da Vinci” Grant, undertaking 5 months work experience in Bruxelles, at GEIE Bridge Consultancy and Veneto Region – Representative office. She developed her expertise in consulting, project design and management as interniship in Bruxelles. She supported the start up of EU Funds and Projects services from 2001 by IRECOOP Veneto to 2014 by CUS Padova. Now she is working for ASI srl, becoming the new local eurodesk office in december 2015, where she carries out the partnership building service and training of HR. She obtained a 2nd level Master Degree in EU Project Management (2011) and she attended a course in Project Management and Coordination School, by AICCRE e Venice International University. Here together with Alessandra Bonesso decides to open a consulting office called Easyeurope (2011) currently Casa Europa, a new start up active in project management services, with the mission to become a good potential project partner. Alessandra Bonesso graduated in International Politics and Diplomacy at Padua University in 2009 and further developed her knowledge and interest in EU institutions by obtaining a 2nd level Master Degree in EU Project Management (2011), organized by AICCRE EU Project Management Training Centre and Venice International University. Her work experience in EU Project Management includes collaborations with the EASYEUROPE consulting office (currently CASA EUROPA), Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) and the Euro-Mediterranean Centre on Climate Change (CMCC). Alessandra Bonesso has deepened her skills especially related to European programmes on education/lifelong learning (LLP, Erasmus+), Active Citizenship (Europe for Citizens), social innovation (EaSi), territorial cooperation (INTERREG), development and Cooperation (EuropeAid) research (FP7 and H2020) and environment (LIFE).
VISSZA A TETEJéRE
Információ
We are sorry but we cannot execute your request. The page was not found.
We are sorry but at this moment you don't have access to execute the request ?
We are sorry but i cannot execute your request. A internal server error occurred
Comment Report
Segítségre van szüksége? Látogassa megsúgó oldalunkat